Le conseguenze dell’eresia di Papa Bergoglio.

26.10.2020

Il bacio ai Leader Musulmani Sudanesi di Papa Bergoglio

Difficile per me parlare di un argomento così delicato perchè la porta di dialogo fra le varie religioni monoteiste è un argomento stimolante e necessario, verso un percorso di pace.

Oggi ci sono stati diversi accadimenti che mi fanno pensare. però, che ci sono sforzi a diverse velocità su questo argomento.

Da una parte c'è un tema fortissimo di grande successo che passa dal piano Abramo, ovvero sugli accordi di normalizzazione, promossi dagli USA fra il Middle East-Israele, Libano, Arabia Saudita, Oman, Kuwait e probabilmente anche l'Iran, che mentre gli USA sono sconquassati dal Covid e dalla Campagna elettorale, continuano il dialogo intermediato proprio dall'Oman. Questo accordo, ha molteplici vantaggi, argina l'imperialismo Cinese ed apre pragmaticamente la via del dialogo fra la parte moderata e cosmopolita dell'Islam, l'Ebraismo ed il Cristianesimo.

Ecco però che un disegno parallelo, e secondo me dissennato, non solo è di ostacolo a questo processo, basato sulle reciproche necessità politiche dei vari Paesi, ma addirittura promuove nuovi pericoli ed estremismi.

Ritengo che la posizione del Papa sia sbagliata perchè punta in avanti senza una attenta analisi dei pericoli, che già oggi si sono materializzati. Erdogan, l'europeo, è sceso in campo con parole durissime, al limite dell'incitazione alla Jihad, contro la Francia, luogo in cui l'integrazione è senza dubbio più avanti che nel resto dell'Europa.

E il Presidente Macron, armatosi di provvedimenti di espulsione, giusti e sacrosanti, dopo la barbara decapitazione del professore a Conflans-Sainte-Honorine, si è sentito minacciare da Erdogan che ha utilizzato la parola nazisti e paragonato l'anti islamismo all'olocausto incitando le popolazioni Islamiche all'aiuto ai fratelli musulmani in Europa.

La domanda è: quanta forza avrebbe avuto Erdogan senza che il Papa avesse aperto in modo così indefinito all'Islam? Come si sa, nella storia anche i Cristiani si sono macchiati di crimini inenarrabili, ma anche l'Islam che decapita le persone li compie  e a questo al Papa non sembra interessare. Non pare interessare che bisogna condannare e combattere l'Islam dell'Isis, di Al Qaeda e quello fanatico che decapita. Bisogna poi avere riguardo per chi abita le terre Europee e che spesso è corso in aiuto di chiunque durante le guerre civili fra le varie correnti Islamiche.  Secondo il Papa dovremmo sopportare tutto questo?

Credo che il disegno del Papa sia frutto di una sua egoistica ricerca di santità, con una accelerazione in avanti che oggi sembra avere avuto la prima clamorosa battuta di arresto, con l'evidenza della forza sprezzante del Sultano Turco Erdogan.

Erdogan ha preso forza dopo le aperture senza distinzioni di Papa Bergoglio

Ci aspetteremmo dal Vaticano un pò di concretezza storica e di analisi, perchè chi uccide è contro i dettami Cristiani, è contro la Chiesa Cattolica e non può mai essere un mio fratello. Questo il Papa non lo ricorda più. Come si faceva al Catechismo sarebbe bello ricordare al capo mondiale della Chiesa, gli scritti dei comandamenti ed il loro significato che i Cristiani di tutto il mondo hanno spesso osservato con sacrifici anche della propria vita.

Caro Papa Bergoglio comandamento numero 5: non uccidere. Pare chiarissimo, come mai per te non conta più?

Non tollerabile chi decapita le persone per ideologia religiosa.

PALTRINIERI RF NDC