La gestione Conte dell'"affaire" Autostrade. Una costosa pagliacciata ai danni degli italiani

I fratelli Benetton hanno ricevuto in regalo da Prodi e D'Alema le autostrade a zero Euro, applicato per anni tariffe da strozzinaggio ed ora, dopo il disastro del Ponte Morandi, il Governo gli paga Autostrade con il prezzo retributivo

La vicenda Atlantia Autostrade chiarisce, anche se non ce ne sarebbe bisogno, che in Italia il mix dei colori al Governo cambia di molto le cose.

Sappiamo bene che la famiglia di stramiliardiari Benetton sono sodali con la sinistra, controllano e finanziano ampie parti di quell'agglomerato di Comunisti-affaristi con "scappellamento cattolico" (sempre a sinistra), con buona pace di Ugo Tognazzi ed il suo celeberrimo Raffaello Mascetti in Amici Miei.

Sappiamo anche che il Governo Giallo-Verde, con l'Avvocato degli Italiani Conte al comando, rispolverò tutto il vocabolario di minacce verso i Benetton a seguito della dolorosa vicenda del Ponte Morandi. Era una guerra personale dei 5 Stelle e dell' ex ministro Toninelli in veste da Capitan America.

Poi il papocchio organizzato da Mattarella, il blocco delle attività Governative, Salvini posseduto dal demonio che ritiene di poter passare alla cassa (allora era la 40% di consensi) fanno cambiare i colori dell'arcobaleno: giallo e rosso.

L'Avvocato degli Italiani, che una ne dice e una ne contraddice, non poteva far finta che le parole minacciose non fossero mai state dette provocando (ve ne ricorderete) anche scossoni in Borsa a danno dei risparmiatori. E così è stato ordito il piano: via Toninelli che poco sveglio come è non aveva capito che l'aria era cambiata e che Zingaretti non avrebbe mai permesso un cambio di stilista al Governo. Benetton, al PD, piace una cifra!!! E poi dietro c'era il guru dei Comunisti, tale Prodi che dall'alto della sua autorevolezza "non ho mai beccato una nota coerentemente e sempre", spingeva per una soluzione più creativa.

Toninelli è stato, quindi, mandato ad arare la terra e al suo posto messa Paola De Micheli, prodotto da banco del PD.

Mr Toninelli è stato silurato (non ne sentiremo la mancanza) per permettere al PD di gestire l'indennizzo miliardario ai Benetton. Del resto si sa che il PD è professionista dell'aiuto ai poveri ed i Benetton se la passano male!!

Con la De Micheli al timone è iniziato un falso tira e molla fra minaccette sempre più ridicole verso i Benetton che ha portato a questo: Atlantia verrà riversata nel c.........o degli Italiani e venduta al prezzo concordato, chiamato "Prezzo Retributivo". Non si sa ancora l'importo ma si parla di una paghetta di tanti miliardi.

Quindi è finita che, come sosteniamo "NOI DI CENTRO", le Autostrade torneranno nelle mani degli Italiani. 

Domanda: e se Prodi e D'Alema non le avessero regalate ai Benetton, quanto soldi avremmo risparmiato? Davvero c'è qualcuno che crede che ANAS avrebbe fatto peggio? Ovvero, sputtanato più di 100 Miliardi che è il danno spannometrico calcolato ai danni degli Italiani fra tariffe assurde (le più alte del mondo) e sostanziale monopolio degli Autogrill e prezzo retributivo? Davvero c'è chi può provare che sotto ANAS il ponte Morandi sarebbe caduto? Non sarà mai possibile dare questa risposta, ma tutti quei soldi sarebbero nel bilancio Italiano.

Bravo Conte, ci hai insegnato che i soldi viaggiano sull'Arcobaleno.

Esempio di gestione dei Benetton. La strage del Ponte Morandi, un affare gestito con cinismo e crudeltà ed il Governo risarcisce i BENETTON. Mentre le vittime attendono Giustizia, ma come nel caso dei Crack Bancari, non succede nulla, perchè la Magistratura schierata è immobile.

NDR: come avvenne la regalia delle autostrade e quanto pagarono i Benetton ?

La risposta è 0 euro! Infatti l'acquisizione venne effettuata tramite una scatola finanziaria appositamente costituita denominata Schemaventotto. Per aggiudicarsi il 30% di Autostrade, Edizione nel 2000 investì, attraverso Schemaventotto,  2,5 miliardi di euro, di cui 1,3 miliardi di mezzi propri e 1,2 miliardi presi a prestito.

Il secondo passaggio avvenne nel 2003 quando, un altro veicolo societario controllato da Schemaventotto, denominato NewCo28 rilevò, con un'Opa, il 54% di Autostrade per 6,5 miliardi. In tal modo NewCo28 incorporò Autostrade scaricandole il debito che aveva contratto per finanziare l'Offerta.

Per i Benetton l'operazione di acquisto si chiuse a costo zero.


Mentre gli Italiani sono allo stremo, questi signori al Governo indennizzano i Benetton

NOI DI CENTRO - PALTRINIERI RF