Il conflitto tra il mondo Musulmano e la Francia si infiamma

27.10.2020

Mentre in Italia la gente se ne frega, rischiamo una guerra devastante

Decine di migliaia di persone protestano a Dhaka in Arabia Saudita, e l'Iran convoca un diplomatico francese per rispondere del trattamento riservato dalla Francia all'Islam. Una spaccatura tra Francia e nazioni musulmane sta crescendo dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha detto all'inizio di questo mese che l'Islam era in "crisi".

La tensione è aumentata dopo che l'insegnante di francese Samuel Paty è stato ucciso e poi decapitato il 16 ottobre vicino alla sua scuola in pieno giorno. Aveva mostrato caricature del Profeta Muhammad ai suoi studenti. Dopo il crimine, i funzionari francesi si sono convinti che esisteva un collegamento tra l'omicidio e l'Islam estremista.

Il presidente turco Erdogan ha criticato Macron e detto il leader francese aveva bisogno di "controlli mentali" per il suo atteggiamento nei confronti dell'Islam.

In tutto il mondo musulmano, alcuni leader hanno condannato la Francia e Macron, compresi l'Arabia Saudita e l'Iran; mentre decine di migliaia di persone hanno partecipato alle proteste in Bangladesh chiedendo il boicottaggio delle merci francesi.


La Francia ha esortato i colleghi leader dell'Unione europea ad adottare misure contro la Turchia, dopo che il presidente turco ha messo in dubbio la salute mentale del presidente francese Emmanuel Macron e ha chiesto il boicottaggio dei prodotti francesi.

"La Francia è unita e l'Europa è unita. Al prossimo Consiglio europeo, l'Europa dovrà prendere decisioni che le consentiranno di rafforzare gli equilibri di potere con la Turchia per difendere meglio i suoi interessi e valori europei ", ha detto ai legislatori il ministro del Commercio Franck Riester, senza approfondire. Subito l'Olanda si è schierata in questo pericoloso crinale di aumento della tensione.

Il parlamento turco ha condannato la difesa del presidente francese Emmanuel Macron delle caricature che ritraggono il Profeta Muhammed, dicendo che i suoi commenti erano "retorica malata" atti a causare una rottura globale.

Quattro partiti Turchi, tra cui il partito al governo AK, i loro alleati, il Partito del movimento nazionalista (MHP), il Partito popolare repubblicano (CHP), la principale opposizione laica, e il Partito Iyi, hanno rilasciato una dichiarazione congiunta dicendo che le osservazioni di Macron potrebbero causare "conflitti distruttivi" tra persone di credenze diverse.

"Con le sue azioni sconsiderate con il pretesto di 'sostenere la libertà di espressione', (Macron) sta innescando un conflitto religioso mondiale ed una rottura diplomatica le cui ripercussioni globali possono avere un impatto profondo e negativo su persone di ogni credo", hanno detto le quattro parti nella loro dichiarazione congiunta.

Gli Stati Uniti hanno espresso la speranza che gli alleati della NATO, Francia e Turchia, allentino le tensioni che sono aumentate vertiginosamente sulla difesa delle caricature che ritraggono il Profeta Muhammad da parte del presidente Macron.

"Gli Stati Uniti credono fermamente che inutili lotte intestine dell'Alleanza servano solo i nostri avversari", ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato, sotto la spinta di diversi giornali cinesi e russi che hanno invece tentato di buttare benzina sul fuoco.

Il leader ceceno Ramzan Kadyron ha affermato che il presidente Emmanuel Macron sta contribuendo alla radicalizzazione delle persone insistendo sul fatto che le caricature del Profeta Muhammad rientrano nella libertà di parola.

"Stai costringendo le persone al terrorismo, spingendo le persone verso di esso, non lasciando loro alcuna scelta, creando le condizioni per la crescita dell'estremismo nella testa dei giovani", ha scritto Kadyron su Instagram con un richiamo indiretto alla Jihad. "Puoi coraggiosamente definirti il ​​leader dell'ispirazione al terrorismo nel tuo paese", ha scritto Kadyrov, rivolgendosi a Macron. "


La ricaduta tra il mondo musulmano e la Francia è continuata martedì scorso, con la rabbia crescente per il recente discorso di Macron in cui ha detto che l'Islam era "in crisi" a livello globale, e sostenendo il diritto di mostrare caricature del Profeta Muhammad.

"Non è il momento per questo", ha detto ad Al Jazeera Silouane Tessak, una studentessa che vive nel nord-est di Parigi. "Succedono così tante cose nel mondo, specialmente con la crisi sanitaria del coronavirus. È davvero il momento adatto per un battibecco politico-religioso? "

Altri intervistati hanno detto che la crisi diplomatica sta creando una distrazione inutile mentre la Francia si occupa di numeri record di nuovi casi di coronavirus.

In Qatar, gli acquirenti hanno affermato di aver sostenuto la decisione di alcuni rivenditori di ritirare i prodotti francesi dai loro scaffali.

"Mi complimento per questa decisione di Al Meera e spero che altre società seguano il suo esempio", ha detto Jassim Ibrahim Shahbeek, riferendosi a una delle più grandi catene di supermercati del paese. "Questa è l'arma più potente che abbiamo in questo momento."

Omar Mbarak al-Ali, un altro residente di Doha, ha detto che la decisione riflette la posizione della gente, esprimendo la speranza che il boicottaggio "raggiungerà i funzionari francesi e farà sicuramente la differenza".


Mentre i musulmani di tutto il mondo protestano e ampliano le loro richieste per il boicottaggio dei prodotti francesi, gli hashtag con un messaggio diverso sono di tendenza nell'India a maggioranza indù.

#IStandWithFrance e #WeStandWithFrance sono stati tra le principali tendenze su Twitter indiano lunedì e martedì, con migliaia di persone che hanno espresso la loro solidarietà alla Francia.

Hashtag a sostegno del presidente francese Emmanuel Macron su Twitter indiano mentre le sue osservazioni provocano indignazione tra i musulmani.

Macron ha suscitato indignazione in tutto il mondo musulmano accusando i musulmani francesi di "separatismo" e descrivendo l'Islam come "una religione in crisi in tutto il mondo".

La questione si è intensificata dopo che ha detto che il suo paese non avrebbe "rinunciato alle caricature" del Profeta Muhammad sulla scia dell'uccisione di un insegnante francese che le ha mostrate alla sua classe.

Ciò ha portato all'indignazione nel mondo musulmano, con manifestanti in diverse nazioni a maggioranza musulmana, tra cui Turchia, Pakistan e Bangladesh, che chiedevano il boicottaggio delle merci francesi e chiedevano l'espulsione degli ambasciatori francesi nelle loro capitali.

Qualunque cosa la Francia stia facendo contro il terrorismo islamico radicale è grande per me, come sostengono i cittadini di Bhartiya con l'Hastag #Emmanuel_Macron per la lotta contro questo terrorismo radicale dovrebbe essere apprezzato. ?

Tuttavia, in India, dove i critici affermano che i sentimenti anti-musulmani si sono intensificati da quando il Bharatiya Janata Party (BJP) di destra è salito al potere nel 2014, molti si sono mobilitati dietro al leader francese.

"Anche la tolleranza dovrebbe essere secolare. #IStandWithFrance. Ben fatto Presidente francese ", ha twittato Parvesh Sahib Singh, un membro del parlamento del BJP.

All'inizio di quest'anno, l'India ha ricevuto cinque jet da combattimento Rafale di fabbricazione francese, il primo lotto di un controverso accordo da 9,4 miliardi di dollari con la Francia firmato nel 2016.

Altri hashtag relativi alle osservazioni di Macron che hanno fatto tendenza su Twitter indiano martedì includevano #WellDoneMacron e #MacronTHEHERO.


Il governo del primo ministro Narendra Modi è stato accusato di perseguire politiche anti-musulmane, con una controversa legge sulla cittadinanza che esclude le minoranze Musulmane dalla comunità più recente.

Il governo indiano difende il Citizenship Amendment Act (CAA), affermando che mira a proteggere le minoranze perseguitate nel vicino Pakistan, Bangladesh e Afghanistan.

Le proteste contro la legge all'inizio di quest'anno hanno portato alla peggiore violenza religiosa a Nuova Delhi da decenni. Sono state uccise dozzine di persone, la maggior parte musulmani, e si sono prodotti migliaia di sfollati.

Molti musulmani sono stati accusati ai sensi di una rigorosa legge antiterrorismo in seguito alle violenze di Delhi, incarcerati senza cauzione.

L'escalation è veramente veloce e cruenta e mentre i Popoli sono distratti dal Covid si sta consumando un dramma diplomatico con oscuri presagi di guerre e battaglie non solo commerciali.

Paltrinieri RF NDC