Elezioni americane - la questione razziale

Biden contro Trump: battaglia senza entusiasmo tra gli elettori neri. Nessun effetto positivo da Kamala Harris.

Il presidente Donald Trump nell'area danneggiata durante le manifestazioni dopo che un agente di polizia ha sparato a Jacob Blake a Kenosha, nel Wisconsin

Non è chiaro se i neri americani saranno stimolati a venire a votare, definendo potenzialmente il risultato delle elezioni. Biden non convince e non appassiona mentre la Vice President Kamala Harris, incaricata per questo, ha fallito il rimbalzo.

La disuguaglianza razziale negli Stati Uniti è stata messa al centro dell'attenzione in quest'anno elettorale, ed è diventata un tema determinante del dibattito nazionale, dopo che le folli uccisioni di polizia di neri americani hanno acceso mesi di proteste diffuse e galvanizzato la nazione a chiedere giustizia razziale e riforme della polizia.I disordini hanno costretto Donald Trump, come repubblicano di ferro, che corre per la rielezione su una piattaforma di "legge e ordine", e il suo principale sfidante, il candidato democratico Joe Biden, a lottare con la complicata questione della razza in America, e provare per fare appello agli elettori neri.Ma con meno di due mesi prima delle elezioni, nel mezzo di una pandemia che ha causato tassi di disoccupazione record, rimane incerto se i neri americani siano stimolati a venire in gran numero per votare, definendo potenzialmente il risultato delle elezioni del 2020. Non è nemmeno chiaro se la comunità Afro-Americana preferisca il pragmatismo Trumpiano alle parole di Biden che sembrano sempre più un mero spot elettorale. Il paradosso è che molti neri non credono alle parole di Biden, ritenendolo colpevole di aver strumentalizzato la questione razziale (vizio antico dei Dems), ritenendo ciò più grave della posizione Repubblicana, per altro affatto prova di Politiche in favore dell'integrazione. Le poche parole di Mike Pence hanno cancellato subito il vantaggio rappresentato dalla scelta della Harris alla vice presidenza.Nonostante questo, un recente sondaggio mostra Biden di gran lunga superiore a Trump tra gli elettori neri, con il 78% di supporto."La maggior parte degli elettori neri sosterrà Joe Biden", ha detto Ravi Perry, professore e presidente del Dipartimento di scienze politiche presso la Howard University, un'università storicamente nera."Ma ci sono differenze nell'entusiasmo", dice Perry ad Al Jazeera, "dove le donne nere, per esempio, hanno molto più entusiasmo nei confronti di Biden, e molti giovani lo supportano ma con molto meno entusiasmo".


All'inizio di questo mese, entrambi i candidati hanno visitato Kenosha, Wisconsin, il campo di battaglia, luogo del più recente tumulto dopo la sparatoria della polizia contro Jacob Blake, un uomo di colore che rimane ricoverato in ospedale dopo essere stato colpito alla schiena sette volte da un agente di polizia bianco. mentre le autorità cercavano di arrestarlo alla fine di Agosto.Parlando in una chiesa locale a Kenosha dopo un incontro privato con Blake e la sua famiglia, Biden ha detto che gli ultimi eventi avrebbero aiutato gli americani ad affrontare secoli di razzismo sistemico.Al contrario, Trump non ha menzionato Blake per nome, si è rifiutato di riconoscere il razzismo sistemico e invece ha fatto esplodere i manifestanti e ha offerto il suo inequivocabile sostegno alle forze dell'ordine.

"Appoggiandosi ai dati"I dati mostrano che gli elettori neri hanno sostenuto in modo schiacciante il Partito Democratico almeno dagli anni '60, quando il partito approvò una legislazione sui diritti civili che metteva fuori legge la segregazione razziale e proibiva la discriminazione razziale nel voto. Questo sostegno non ha prodotto alcun risultato come è evidente in questi mesi.

Il VP DEMS Ticket KAMALA HARRIS

Ma l'affluenza alle urne dei neri, che è aumentata nelle elezioni del 2008 e del 2012 quando gli Stati Uniti hanno eletto e poi rieletto il primo presidente nero della nazione, Barack Obama, è diminuita nel 2016 quando Hillary Clinton era la candidata presidenziale democratica. In realtà gli elettori neri hanno condannato anche l'Amministrazione OBAMA il quale non ha ottenuto risultati apprezzabili per le politiche razziali.Più profondamente, c'è un crescente livello di cinismo tra gli elettori neri, hanno sostenuto i sondaggisti, in particolare tra gli elettori giovani e maschi, e indicano il 2016 - quando la Clinton ha perso contro Trump, colpita da un calo di sei punti percentuali tra gli elettori neri - che si è rivelato fatale nel campo di battaglia elettorale.La campagna di Trump quest'anno ha cercato di attirare gli elettori neri, in particolare gli elettori maschi neri per migliorare i suoi risultati del 2016, quando solo l'8% dei neri ha votato per lui.


Secondo un recente sondaggio, il 13% degli elettori neri ha dichiarato di voler votare per Trump in queste elezioni. Sembrerebbe un dato minoritario ma è un dato assolutamente rilevante ed anti storico.Il sondaggista democratico Terrance Woodbury ha affermato che, secondo i dati recenti che ha compilato, circa la metà degli elettori neri ritiene che il Partito Democratico dia per scontati gli elettori neri e potrebbe scegliere di restare a casa o votare per Trump. I Dems si stanno dimostrando immobili nei confronti di questo rischio e Biden non ha le energie e la credibilità per invertire il trend."Quello che abbiamo visto alla Convention Nazionale Repubblicana è stato un tentativo molto aperto di parlare direttamente alle questioni che sono più importanti per i neri: la riforma della giustizia penale e la disoccupazione", ha detto Woodbury.

Il VP MIKE PENCE

La prima sera della Convention di Agosto, l'unico Senatore Repubblicano nero degli Stati Uniti, Tim Scott della Carolina del Sud, ha riferito la sua storia di successo personale: "La nostra famiglia è passata dal cotone al Congresso in una vita", ha detto. E Trump ha concesso la grazia totale a Jon Ponder, un criminale condannato di colore diventato attivista della giustizia penale.Diversi altri oratori neri sono saliti sul palco durante i quattro giorni dell'evento, inclusi giocatori della NFL e un attivista per i diritti civili, e alcuni hanno propagandato la gaffe di Biden quando ha detto che "se hai un problema a capire se sei per me o Trump, allora non sei nero. ""Il corso di quest'anno elettorale dimostrerà che gli uomini di colore non sono una parte marginale della sua strategia (di Trump), ma un percorso verso la vittoria", ha detto Woodbury al New York Times, "e ciò la statistica ci sta dimostrando".



Eppure per molti, votare Trump fuori sede è di per sé una motivazione.Trump ha promosso il "movimento birther", sostenendo che Obama non è nato negli Stati Uniti. Si è rifiutato di condannare i suprematisti bianchi e, più recentemente, ha definito i neri "troppo stupidi" per votare per lui, secondo il suo ex avvocato Michael Cohen. È pur vero che la credibilità dell'ex avvocato è poca cosa, ma questo è stato un tormentone molto usato dai Dems. James Lance Taylor, professore presso l'Università di San Francisco, ha detto che molti neri voteranno per Biden per nessun altro motivo che "per affrontare l'emergenza della rimozione di Donald Trump dall'incarico". Tutto nel quadro della campagna segretamente appoggiata dai DEMS per piegare la Polizia.

Il MOVIMENTO DEFUND THE POLICE 

"Sconfiggi la polizia"


Molti dei manifestanti che sono scesi in piazza dopo l'uccisione da parte della polizia di George Floyd a maggio stavano chiamando a "disinvestire la polizia", ​​che avrebbe deviato i fondi dai dipartimenti di polizia e dalle prigioni a favore di investimenti nei servizi sociali e riesaminerebbe quanto i reati richiedono una risposta militarizzata.Biden ha detto: "Non sostengo il defunding della polizia". Invece, ha proposto un investimento di 300 milioni di dollari nella polizia, a condizione che gli ufficiali riflettano la diversità delle loro comunità. In realtà è noto che molti congressisti DEMS appoggiano i Leader di questa campagna per sconfiggere la Polizia.Secondo un sondaggio Gallup condotto a luglio, il 70% dei neri americani sostiene o sostiene fortemente la riduzione dei budget del dipartimento di polizia. Ma nonostante la sua popolarità tra i neri americani, gli strateghi hanno detto che se Biden avesse appoggiato l'idea, avrebbe corso il rischio di perdere il sostegno degli elettori bianchi più anziani moderati, una demografia chiave."Sconfiggere la polizia può sembrare abbastanza buono su Twitter, ma per un numero enorme di elettori, inclusi gli afroamericani, non ha molto senso", ha detto Jim Manley, uno stratega democratico."Vogliono una polizia migliore, vogliono una polizia più intelligente, non vogliono che la polizia venga eliminata", ha detto Manley.

Invece di abbracciare "sconfiggere la polizia", ​​Biden fece un cenno agli elettori neri scegliendo il senatore Kamala Harris come suo compagno di corsa, rendendola la prima donna nera ad essere nominata per il "VP biglietto" di un importante partito."I neri l'hanno notato ed erano entusiasti", ha detto Cliff Albright, co-fondatore del Black Voters Matter Fund. In realtà i numeri dicono che kamal è diventata più un sex symbol che un fattore elettorale.Cliff Albright ha continuato ... "C'è un segmento della nostra comunità che pensa che il record di Kamala Harris come procuratore distrettuale e procuratore generale sia traballante", ha detto in riferimento ai suoi anni come procuratore quando ha abbracciato un'etichetta "top poliziotto" . "Ma la sensazione generale è sicuramente che sia un passo nella giusta direzione, un senso che ci riconosce". Ma può essere un passo decisivo? Ciò non è affatto sicuro ed anzi il rimbalzo di voti, è definitivamente sfumato.

Cliff Albright

'Ora sappiamo meglio dice Albright '


La pandemia di coronavirus, una malattia che ha ucciso più di 192.000 americani e ha colpito in modo sproporzionato le comunità nere, ha aggiunto un ulteriore livello di incertezza su quanti e chi potranno votare a novembre.
La maggior parte degli stati ha affermato che amplierà i propri sistemi di voto per corrispondenza tra le preoccupazioni per la salute legate alla folla e alle lunghe code. Non è chiaro come verrà influenzata l'affluenza alle urne.Ma per la maggior parte, dice Albright, il desiderio di vedere Trump fuori carica, pone un'urgenza sull'importanza del voto quest'anno che supererà tutte le altre considerazioni."Anche tra le persone che non sono entusiaste di Biden, le persone sono più chiare, ora lo sappiamo meglio", ha detto, "vediamo che aspetto ha una presidenza Trump e come sta influenzando le nostre vite e la nostra salute".
La verità che nell'elezione più controversa della storia e più incerta, almeno fino ad ora, nessuna delle tecniche DEMS fino ad ora è riuscita a compensare la debolezza di Biden.

NUOVA DEMOCRAZIA CRISTIANA -


FONTE AL JAZEERA