COVID: De Magistris e De Luca si tirano la cacca in faccia. Una guerra a suon di fanculi

30.10.2020

Il Sindaco di Napoli De Magistris e il Governatore della Campania De Luca sono ai ferri corti tanto da tirarsi la cacca in faccia durante una riunione organizzata dal "pibe de oro" Maradona in veste di mediatore.

De Magistris ha urlato a De Luca che è un vecchio scoreggione fuori controllo con spiccata tendenza alla demenza e De Luca gli ha risposto che è uno stronzo che meriterebbe essere torturato con lo "spacca ginocchia" dell'Inquisizione spagnola.

In una gazzarra di offese e gesti irripetibili Maradona, fra una striscia e l'altra, ha assistito ad un duello dove sono volate poche parole di senso compiuto con De Luca che prendeva a borsate in faccia De Magistris esclamando: "Sindaco della uallera tu e chilla granda zompapereta e mammeta" e De Magistris che dopo il complimentone indirizzato alla madre, estraeva una balestra, comprata a San Marino, e provava di infilzare De Luca al grido "Chiattillo ..... facc 'e cazz...."

Tutto molto istituzionale.

Ad un certo punto Maradona, obeso, strafatto e rassegnato, ha tentato la carta definitiva proponendo, per sanare i contrasti, una gara di "O'ttriattlon" (triatlon Napoletano) il cui vincitore sarebbe diventato il nuovo Borbone regnante sulla Campania. Dopo un breve consulto con i rispettivi staff i due hanno accettato.

O'tttriattlon è una gara divisa in tre discipline tipiche napoletane:

1) gara di ascolto senza soluzione di continuità di canzoni di Nino D'Angelo su audiocassetta. Vince chi resiste di più;

2) gara di pizza, ovvero torneo di impasto pizza e contemporanea recitazione a memoria delle telecronache dei goal di Maradona. Vince chi cuoce più pizze perfette e la migliore ricetta innovativa;

3) la maratona dei fuochi, ovvero corsa dalla terra dei fuochi allo Stadio San Paolo di Napoli e due giri di campo.

Giudice di gara, Mattarella, vestito per l'occasione come Gennaro Olivieri.

Il presidente Mattarella vestito da arbitro di Giochi senza frontiere, per la gara di O'ttriattlon

Per la prima disciplina, è stato preparato un palco con bancali marci, a Secondigliano con Nino D'Angelo sopra (per il playback napulitano) ed i due contendenti legati a sgabelli con il collare elisabettiano per meglio fare affluire alle orecchie le canzoni del cantante partenopeo. Per rendere più avvincente la gara è stato proiettato  un film in bianco e nero degli anni 50 con Mario Merola nei panni dell'uomo che perde l'ammmore.

Dopo 11 ore di canzoni, 145 suicidi nel quartiere, ventisei scioglimenti del sangue di San Gennaro e 110 suore riconvertite a gang bangers, De Luca è crollato.

De Magistris, con la bava alla bocca, è stato invitato ad alzare il braccio come un boxer vincitore, e urlato in confusione mentale Adrianaaaaaa!!, Sua moglie, credendo di essere stata tradita, gli ha mollato un calcio nei coglioni e piantato il tacco 12 in mezzo agli occhi.

Mattarella ha concesso ai due contendenti tre ore di riposo, per riaverli freschi pronti per la seconda disciplina le Pizzallolimpiadi napulitane. Il banco pizza è stato allestito ai quartieri Spagnoli, e dopo aver perso un giorno ad insegnare a Mattarella come si dice pizza (il presidente ha s e z un pò confuse) si è potuto iniziare.

E' parso chiaro, sin dall'inizio, lo strapotere di De Luca che, per umiliare De Magistris, si è cavato le mutande e iniziato a impastare palle di pizza con il pene mentre stendeva pizze e le faceva roteare in aria. "Ho inventato la pizzzaccazzo" urlava festoso.

I contendenti della gara di O'tttriattlon. Si è presentato anche di MAIO vestito da Robin, ma è stato scherzato e sparato

Allora, De Magistris in difficoltà, è ricorso alle scorrettezze per recuperare e ha chiamato Pasquale "O stuorto", il segretario comunale di Napoli. E' stato, quindi, lanciato un drone con lo scopo di sottrarre le pizze lanciate in aria da De Luca al fine di ridurne il numero e farlo schiattare.

La tattica ha avuto un primo effetto sulla gara permettendo a De Magistris di recuperare, ma De Luca ha sfoderato l'arma segreta: mentre il rivale metteva la legna nel forno e cuoceva le pizze, lui gliele carbonizzava con il lancia fiamme. All'ultimo minuto quando i contendenti dovevano sfidarsi per una nuova ricetta di pizza, De Luca ha sbaragliato il campo con la "4negazionisti", una pizza con scarola, scamuorza e 4 scugnizzi di Castellamare senza mascherina e pieni di movida con l'ombrellino dello spritz in mano, cotti con il lancia fiamme in mezzo ad un gustoso mare di mozzarella.

Mattarella, saltando su e giù come un trasgender in competizione a Xfactor, ha decretato la parità, uguaglianza e senso di responsabilità, cosi si è andati alla sfida finale.

Il mediatore del confronto fra De Luca e Demagistris, Maradona in grande forma è arrivato a NAPULE con l'aero di Fidel Castro che è caduto a Capri ed ha dovuto proseguire a nuoto.

La notte incombeva su Napoli durante i preparativi per lo spareggio: la maratona nella terra dei fuochi. I due si presentavano ai blocchi di partenza in abiti ginnici rivisti e corretti per la terribile prova: De Luca in costume da Batman e De Magistris in toga da PM con maschera della "Casa de Papel".

Mentre Mattarella sparava l'avvio della competizione, uccidendo per "zzzbaglio" il proprio Segretario particolare, i due si avventuravano nella terra dei fuochi fra copertoni in fiamme, diossina e sozzerie di ogni forma, seguiti da Saviano impegnato a sviluppare una nuova serie per Sky che con grande fantasia voleva chiamare GOMORRA.

De Luca era in vantaggio, mentre De Magistris in grossa difficoltà per via della toga che gli finiva in mezzo alle gambe facendolo stramazzare su montagne di rifiuti in fiamme.

Ma a Napoli avvengono i miracoli per mano del San Gennaro, sicchè Gennaro Gattuso che passava di li con la sua BMW rosa a cerchi in lega gialli,  investiva De Luca proprio mentre si accingeva ad entrare al San Paolo.

"Chiavica .... cess .... Omm emmerda ...." esclamava De Luca da sotto la BMW mentre De Magistris avanzava verso la vittoria. Gattuso, allora, per essere imparziale si è sentito in dovere di investire anche De Magistris.

La gara è finita con il ricovero d'urgenza dei due sulla stessa ambulanza. Arrivati davanti all'Ospedale dei Pellegrini, l'autolettiga è stata fermata per le procedure della pandemia mentre i due, doloranti, protestavano per essere ricoverati subito in quanto personaggi raccomandati.

Salvatore "udddraiver" (l'autista dell'ambulanza), pensando di fare chiarezza esclama "tranquilli sono le procedure per il Covid". E i due all'unisono: "eccchecazzo è stu Covidì ???"


ESPOSITO O'GIORNALISSTA - Cronache da GOTHAM